L’Italia cresce……..con Facebook!

A dispetto delle critiche e degli scetticismi il celebre social network ha prodotto nel nostro paese ben 33.000 posti di lavoro e 2.5 miliardi di PIL. A testimoniarlo sono i risultati di uno studio condotto da Deloitte e resi pubblici dallo stesso Facebook.


L’obiettivo principale della ricerca era quello di rilevare l’impatto a livello diretto, indiretto e indotto della presenza dell’azienda  a livello europeo.
Sono stati analizzati aspetti quali il coinvolgimento diretto  nel mercato del lavoro (creazione di sedi nelle diverse nazioni, assunzioni di dipendenti ed i conseguenti effetti);
le dinamiche “indirette” legate alla crescente importanza di Facebook quale strumento di promozione del brand e di interazione con i consumatori, per le grandi, piccole e medie imprese  e la sua influenza positiva sul business; l’impatto economico dell’attività degli sviluppatori impegnati nella creazione di applicazioni per la piattaforma; l’incidenza positiva sulle vendite di prodotti tecnologici come smartphone e tablet e il loro impatto sul settore delle comunicazioni.

Risultati incoraggianti che hanno spinto Facebook a 50.000 pmi Italiane, Spagnole, tedesche e britanniche, 100 euro di pubblicità gratuita.

JobberOne, il social network made in Italy per trovare lavoro

Jobberone social network lavoroSi chiama JobberOne ed è il primo esperimento tutto made in italy di social network professionale. Creato da Olliver e Patrick Mayr, imprenditori veneti, è specificamente pensato per ottimizzare l’incontro fra offerta e domanda di lavoro nell’ambito delle piccole e medie imprese.

Previa registrazione (classica, o tramite account Facebook personale), JobberOne offre svariate funzioni gratuite, come annunci geolocalizzati, ricerche avanzate, messaggistica privata, case history e indici di popolarità. JobberOne è anche su Facebook.