Bando Giovani: 2.500 euro per i laureati di Puglia e Basilicata

Il Rotary Club ha avviato un bando sul tema “Sviluppo dell’Imprenditoria nell’Italia Meridionale” rivolto a giovani laureati che hanno preparato una tesi concentrata sull’argomento. Il bando mette a disposizione un premio di 2.500 euro per l’autore ritenuto più meritevole.

Il Rotary Club ha divulgato un bando finalizzato a promuovere la ricerca e lo studio in tutti i campi dell’imprenditoria nell’Italia Meridionale. Il concorso, riservato a giovani laureati da non oltre due anni e residenti nella circoscrizione del Distretto 2120 del Rotary International (Puglia e Basilicata), premierà la tesi più meritevole sul tema “Sviluppo dell’Imprenditoria nell’Italia Meridionale”.

Per partecipare al concorso è necessario inviare la tesi di laurea in tre copie insieme al curriculum studiorum alla Fondazione Rotary (via Piccinni 33, 70122 Bari), entro il 31 gennaio 2013.

Per ulteriori informazioni sul bando consultate la sezione Bandi e Concorsi del nostro portale.

GiovaniSi: tirocini digitali in Toscana

Si tratta di un progetto che deriva da un accordo di collaborazione tra la Regione Toscana, Google, CNA Toscana e Fondazione Sistema Toscana. L’iniziativa, finalizzata a supportare e incoraggiare le piccole imprese a sfruttare gli strumenti del web, consiste in una serie di tirocini “digitali” destinati ai giovani.

Il progetto GiovaniSì si colloca anche nella direzione, intrapresa dalla Regione Toscana, volta a scoraggiare l’abuso dei tirocini e dello sfruttamento, imponendo un importo forfettario a titolo di rimborso spese.

Come si articola? Tutte le piccole imprese che non dispongono di risorse per crearsi un sito web o per avviare delle iniziative di web marketing, possono affidarsi proprio ai giovani tirocinanti, adeguatamente formati in tal senso.

Vogliamo essere promotori di innovazione e introdurre la digitalizzazione quale elemento di competitività per le nostre imprese e contribuire a creare nuove opportunità di lavoro per i giovani grazie ad importanti occasioni di scambio tra mondo della formazione e impresa”, ha dichiarato Giuseppe Santillo, presidente dei giovani imprenditori di Cna Toscana.

L’impegno di Google è quello di mettere a disposizione dei tirocinanti gli strumenti tecnici e formativi per avviare la digitalizzazione delle piccole imprese e per la formazione degli stagisti. L’apporto di Fondazione Sistema Toscana è quello di fornire formazione nell’ambito della comunicazione digitale e del social media marketing, tramite l’attivazione di uno speciale help desk.

Per ulteriori informazioni basta scrivere a: info@giovanisi.it e digitalizziamoci@cnatoscana.it.

MUSTer in Management Dinamico: iniziativa formativa Low Cost

Venerdì 23 Novembre ad Angeli di Rosora (AN) dalle 9,30 si terrà la prima tappa del “MUSTer in Management Dinamico” di Fior di Risorse. Si tratta di un percorso di alta formazione low cost per le aziende più innovative.

MUSTer in Management DinamicoParteciperanno al percorso formativo grandi aziende come: Davines, Marchesini Group, Micron, Var Group (IBM), Accademia Barilla, Bassilichi, Lombardini Motori, Tetrapak e Warrant Group.
Alla fine del master verranno assegnate due borse di studio per la partecipazione al Tour 2013 di Italiani di Frontiera, percorso all’interno delle aziende della Silicon Valley.

Vogliamo condividere un approccio concreto e moderno al fare impresa, per questo abbiamo messo a punto insieme alle aziende un programma di alta formazione itinerante specializzato in Management Dinamico. L’obiettivo fondamentale di questo progetto è dare reali opportunità ai partecipanti di arricchire le proprie competenze sperimentandole dall’interno del contesto aziendale, senza coinvolgerli in costosi master proposti come facile soluzione alla crisi e al ricollocamento professionale. - ha commentato Osvaldo Danzi, coordinatore di Fior di Risorse - I contenuti e la struttura che abbiamo scelto sono frutto delle proposte e del confronto diretto con i manager e i professionisti che fanno parte del nostro network. L’obiettivo comune è stata la voglia di offrire, per la prima volta, un programma aperto a un nuovo modo di pensare il management, in grado di trasmettere non solo informazioni e nozioni tecniche, ma anche una visione del lavoro manageriale orientata al futuro in grado di rompere gli schemi e le abitudini di pensiero, a dispetto di tante proposte formative in circolazione i cui docenti spesso non hanno esperienza diretta in azienda e sono ancora concentrati sul passato“.

Per partecipare alla prima tappa del percorso basta registrarsi su http://musterfdr1-eac2.eventbrite.com.

Social Media Strategy e HR2.0

La Social Media Strategy ha iniziato a coinvolgere anche il settore delle Risorse Umane, decretando la nascita delle HR2.0. Caso emblematico quello di Hera.

Dati alla mano, sembra che nel 2010 solo il 6% delle aziende (americane) usava i social media per selezione e reclutamento di personale per aziende terze.

Oggi, a distanza di quasi tre anni, la situazione è nettamente cambiata e questa percentuale si è innalzata fino a raggiungere l’89%.

In Italia ancora si arranca e da recenti ricerche è stato rilevato che, se i candidati non si accontentano più di visitare i siti ufficiali delle aziende per le quali si propongono, ma scandagliano anche la loro presenza on line, in particolare sui social, cercando la conversazione, lo stesso non si può dire delle aziende, che si limitano alla descrizione delle posizioni aperte senza rinnovarsi e comunicare attraverso i social.

In mezzo a questa difficoltà di rinnovamento, spicca Gruppo Hera, seguita da Telecom Italia ed Eni. In Europa vince Allianz.

Hera ha vinto quest’anno il Premio Employer Branding Online Awards Italy 100, assegnato da Lundquist, soprattutto per l’iniziativa Hera Community, incentrata sulla comunicazione social. Il Gruppo si declina in varie iniziative sui principali social network, facendo leva anche di risorse open source e puntando alla collaborazione all’interno della comunità.
È appena iniziata l’epoca dell’HR2.0.

Imparare a trovare lavoro: te lo insegna Adecco

Adecco è una delle agenzie di ricerca e selezione del personale più attive, sempre vicina a chi sta cercando una collocazione professionale. Per questo ha lanciato un’iniziativa per insegnare a cercare e trovare lavoro ai candidati.

Si tratta di un canale YouTube in cui Adecco ha messo a disposizione 8 video tutorial che fanno parte di una serie intitolata “Le faremo sapere”. I video si concentrano sugli step fondamentali per presentarsi alle aziende in modo efficace e per ottenere dei risultati.

In questo momento nel mercato del lavoro i più penalizzati sono proprio i giovani: secondo l’Istat uno su tre è disoccupato e tantissimi sono anche i neet, ovvero quelli che non studiano né lavorano. Per tutti loro, abbiamo pensato di creare degli strumenti di orientamento che parlino la loro lingua e che siano facilmente rinvenibili in Rete: non solo su Youtube, ma anche in tutte le principali piattaforme di social network dove Adecco è presente. Abbiamo cercato di rispondere in maniera concreta a tutte le domande che si fa ogni giorno chi cerca un impiego per la prima volta. Contemporaneamente diamo anche a università e centri per l’impiego la possibilità di utilizzare le clip in modo assolutamente gratuito

Questo l’obiettivo secondo Silvia Zanella, Responsabile Marketing e Comunicazione. Sembra, infatti, che anche le aziende alla ricerca di profili professionali, abbiamo messo in pole position l’uso dei social network. Secondo una ricerca circa un’azienda su due in Italia si affida ai social media per ricercare e selezionare il personale (49%), allo stesso tempo il 47% dei candidati dichiara di utilizzare i social media per cercare posizione aperte e inviare il proprio curriculum vitae. Al primo posto tra i social network c’è Facebook (52%),  seguita da Linkedin (31%) e dai blog (21%).

Corsi di inglese per bambini: il metodo Nuts

È stato inventato da un’allieva dell’Accademia Silvio D’Amico di Roma: sembra che il metodo Nuts, ormai diventato uno spettacolo teatrale, sia molto utile per insegnare l’inglese ai bambini.
Si tratta di una fiaba creata proprio per aiutare i piccoli ad apprendere la lingua straniera con più facilità.

A ottobre a Roma inizieranno i corsi Nuts, che saranno articolati in un percorso di apprendimento integrato alla visione degli episodi della sitcom e a test online.
Il metodo è stato inventato da Teresa Pascarella e sarà presentato ufficialmente al 36° convegno nazionale Tesol-Italy (Tesol-Teachers of English to Speakers of Other Languages).

A ottobre l’omonimo spettacolo teatrale a Roma.

Il Premio Best Practices: 28 e 29 giugno a Salerno

I prossimi 28 e 29 giugno si terrà a Salerno il Premio Best Practices per l’Innovazione, iniziativa nata nel 2006 da Confindustria Salerno, con l’obiettivo di promuovere l’utilità dei processi innovativi al mercato.

Premio Best PracticesIl premio si rivolge a tutte le aziende che hanno concluso un progetto di innovazione e ne possano

Il programma prevede due giornate durante le quali le imprese selezionate avranno a disposizione 10 minuti per raccontare la propria storia.

Sul sito ufficiale tutti i dettagli sulle startup presenti quest’anno e gli aggiornamenti sulla manifestazione.

Concorso per avvocati 2012: denunciate irregolarità

Polemiche e proteste dei candidati al recente concorso per avvocati che si è tenuto presso l’Hotel Ergife di Roma. Il risultato? Le prove d’esame sono state sospese.

Le proteste riguardavano il fatto che alcuni concorsisti sono riusciti a portare codici commentati (vietati) con tanto di timbro dell’avvocatura, altri partecipanti si sono lamentati perché non hanno ricevuto le buste prima della dettatura delle tracce.

Ecco una testimonianza di quanto accaduto in sede di concorso: «Il culmine è stato quando si è scoperto che alcuni candidati, tra cui la figlia di un avvocato dello Stato, il giorno prima erano riusciti a far entrare un codice ‘commentato’. La contestazione è diventata non più arginabile, il presidente non riusciva più a parlare perché costantemente sovrastato dalle proteste e dai candidati che intonavano l’inno di Mameli. È arrivata la polizia che ha iniziato a spingere e strattonare alcuni dei concorsisti, con maniere anche brusche, tanto che viene preso in mezzo pure un disabile. Intorno alle 15.45 hanno finalmente deciso di annullare la prova nonostante il presidente avesse dettato una traccia che nessuno era riuscito neppure a sentire»

Le tracce, come sempre, erano tre:
a)    la redazione di un parere motivato (codice civile)
b)    la redazione di un parere motivato (codice penale)
c)    la redazione di un atto giudiziario

Peccato che il concorso non abbia avuto nessun inizio. Si attende il parere del Presidente del Consiglio Mario Monti, considerato che si tratta del primo episodio tangibile della ribellione dei giovani italiani alla manipolazione dei concorsi pubblici.