Trovare un lavoro con Twitter…e non solo.

twitter_lavoro

Twitter_lavoro

La ricerca di un impiego è ormai una fra le attività più in voga su Twitter. Basti pensare che in Francia circa 2 tweet su 1000 riguardano proprio l’offerta (98%) o la domanda di lavoro (2%).

Gli strumenti? Sono svariate le applicazioni che operano letteralmente come degli aggregatori di tweet dedicati alle offerte di lavoro: uno fra tutti TwitJobSearch – di cui è anche disponibile la relativa applicazione per iPhone -  JobsTracktor per ricerche iperlocalizzate, oppure ancora TweetMyJobs.

Non tutti sanno però, che oltre a Twitter esistono altri social network dedicati specificamente al mondo del lavoro e della carriera: oltre al famosissimo LinkedIn infatti, pochi conosceranno Viadeo e Xing, social network professionali che a poco a poco stanno conquistando anche il pubblico italiano. Oltre a coloro i quali sono alla ricerca di un impiego inoltre, anche i recruiter fanno un uso sempre più attivo dei social network per il processo di selezione dei candidati: secondo i dati dell’indagine “Job screening with social networks” infatti, il 91% dei recruiters utilizza attivamente i media sociali per avere una prima idea dei candidati che concorrono ad una posizione di lavoro, e in particolare, il 76% usa Facebook, il 53% Twitter, il 48% Linkedin.

La top 10 dei motori di ricerca lavoro sul web

La società di rilevazione statistica per il mondo digitale Comscore Inc, ha pubblicato, all’interno di una panoramica sugli utilizzi di internet da parte degli utenti europei, un approfondimento riguardante l’uso dei motori di ricerca lavoro e dei siti e portali dedicati all’impiego. Nel settembre 2011, il numero dei visitatori unici dei servizi web dedicati a lavoro e carriera è aumentato del 14% rispetto al mese precedente.

Ecco la top 10 dei motori di ricerca lavoro per utilizzo, dominata da Monster, Indeed e Jobrapido:

Top 10 Motori di ricerca lavoro

Top 10 Motori di ricerca lavoro - Utenti internet Europei 09-2011