Un CV Social per non passare inosservati

In un momento in cui le aziende sono letteralmente sommerse dai curricula vitae, il vostro potrebbe passare inosservato e confondersi tra le montagne di carta.
Self marketing per trovare lavoroPerché non sfruttare le opportunità messe a disposizione dalla rete per proporsi in modo alternativo e presentare un CV che “spicchi” tra gli altri con il messaggio “prendete me”?
Tutto dipende da ciò che sapete fare. Se siete dei grafici originali e creativi, usate proprio queste vostre competenze per presentare la vostra candidatura a uno studio grafico, trasmettendo tutta la vostra personalità.
L’importante è non esagerare: l’autenticità è sempre un elemento fondamentale. Il discorso è diverso tra “rappresentazione”, che talvolta può essere solo uno specchio per le allodole, e “valorizzazione”, oltre alla capacità di “sapersi vendere”.
In questo il self marketing, ammettiamolo, ci aiuta molto, per cui troverete in allegato una breve guida.
Se dovessimo stilare un elenco dei modi più accattivanti e alternativi dell’ultimo momento per presentare il proprio curriculum, spiccherebbero tra tutti i Video CV e i CV grafici, come infografiche o Social CV. In effetti non c’è modo migliore per farsi conoscere di quello di portare completamente se stessi, anima e corpo (anche se in 2D, ma possiamo lavorarci!).
Il più nuovo è, però, il Social CV, che integra tutti gli elementi di un CV tradizionale. Ma attenzione a non confondere privato (compresi i famosissimi scheletri nell’armadio!) con le competenze professionali. Il Social CV in questo senso diventa davvero un’arma a doppio taglio.
Quale modello usereste per farvi scegliere dall’azienda dei vostri sogni?

Guida Self marketing per trovare lavoro

Imparare a trovare lavoro: te lo insegna Adecco

Adecco è una delle agenzie di ricerca e selezione del personale più attive, sempre vicina a chi sta cercando una collocazione professionale. Per questo ha lanciato un’iniziativa per insegnare a cercare e trovare lavoro ai candidati.

Si tratta di un canale YouTube in cui Adecco ha messo a disposizione 8 video tutorial che fanno parte di una serie intitolata “Le faremo sapere”. I video si concentrano sugli step fondamentali per presentarsi alle aziende in modo efficace e per ottenere dei risultati.

In questo momento nel mercato del lavoro i più penalizzati sono proprio i giovani: secondo l’Istat uno su tre è disoccupato e tantissimi sono anche i neet, ovvero quelli che non studiano né lavorano. Per tutti loro, abbiamo pensato di creare degli strumenti di orientamento che parlino la loro lingua e che siano facilmente rinvenibili in Rete: non solo su Youtube, ma anche in tutte le principali piattaforme di social network dove Adecco è presente. Abbiamo cercato di rispondere in maniera concreta a tutte le domande che si fa ogni giorno chi cerca un impiego per la prima volta. Contemporaneamente diamo anche a università e centri per l’impiego la possibilità di utilizzare le clip in modo assolutamente gratuito

Questo l’obiettivo secondo Silvia Zanella, Responsabile Marketing e Comunicazione. Sembra, infatti, che anche le aziende alla ricerca di profili professionali, abbiamo messo in pole position l’uso dei social network. Secondo una ricerca circa un’azienda su due in Italia si affida ai social media per ricercare e selezionare il personale (49%), allo stesso tempo il 47% dei candidati dichiara di utilizzare i social media per cercare posizione aperte e inviare il proprio curriculum vitae. Al primo posto tra i social network c’è Facebook (52%),  seguita da Linkedin (31%) e dai blog (21%).

Inglese: un punto in più per trovare lavoro

Conoscere l’inglese è diventato determinante per trovare lavoro ma le aziende dicono che i giovani italiani non lo sanno parlare.

Inglese per Trovare LavoroDurante i colloqui, infatti, è diventata un’abitudine la verifica della conoscenza della lingua, che può avvenire in modo differente: con un test oppure attraverso la simulazione di situazioni e conversazioni.

Il risultato è che il più delle volte i giovani non conoscono la lingua e per questo vengono penalizzati a favore dei candidati che parlano fluentemente l’inglese.

Per questo bisognerebbe investire in dei buoni corsi di inglese, che consentono di acquisire almeno le basi della conversazione. I corsi di inglese per adulti e giovani, inoltre, sono estremamente personalizzabili in base agli impegni dei partecipanti, inoltre sono disponibili molte offerte e sconti sui percorsi formativi.

È importante cogliere il momento e potenziare il proprio inglese, soprattutto considerando che alcune grosse aziende hanno previsto delle assunzioni a breve.

Accenture per esempio ha previsto 200 nuovi inserimenti in settori come informatica, ingegneria, fisica, matematica, economia, risk management, sourcing e procurement e supply chain management, consulenza tecnologica e outsourcing. Simili i profili professionali ricercati da Avanade, che si occupa di fornitura di soluzioni tecnologiche e servizi informatici per le aziende.

Se state cercando lavoro, considerate, posta la conoscenza almeno basilare della lingua inglese, il web offre molte opportunità. Perchè non sfruttarle? Il Centro di Formazione RomaExplorer organizza periodicamente dei Corsi e Seminari Gratuiti di Orientamento al Lavoro sul Web.